mi hanno parlato di nulla, di tutto, di infinito…sono, anzi meglio dire ero, perplesso!

il motivo è questo, partiamo dalla definizione infinito, vorrebbe dire senza fine! come? semplicemente perchè non vi è inizio, risultato? zero assoluto!

parliamo di tutto, presuppone nulla escluso, mi ricorda vagamente la definizione infinito! volendo ragionarci anche in modo contorto dovrebbe comprendere la definizione nulla! anche quì il risultato è un altro zero assoluto!

passiamo al nulla, molto più semplice da pensare anche se difficile da concepire, in buona sostanza elimina tutte le ipotesi! veramente tutte! quindi se non sono, non esisto, non sto scrivendo e nemmeno pensando! infatti solo un altro nulla mio simile può capire e leggere, la cosa è ingarbugliata e allora facciamo finta che qualche cosa esista!

l’universo: dicono si sia formato da una grande esplosione, big bang! ma…cosa è esploso? di sicuro qualcosa ancora più grande, formato da che? altro più grande ancora! o caspita stiamo girando in tondo e si torna nell’infinito!

vabbè rifugiamoci nel nostro piccolo…ma quale? prendiamo pure come esempio l’atomo, quando mi hanno spiegato la sua struttura mi ha colpito la sua somiglianza con il nostro sistema solare, un nucleo ed alcuni elettroni che ruotano attorno ad esso, già vien da pensare che noi non siamo altro che una piccola parte di un qualcosa di molto più grande, talmente grande che ci è impossibile vederne i confini se esistono.

recenti studi affermano che l’atomo può degradare ovverosia ridursi fino al essere visto solo come una radiazione frequenza, movimento, spazio e quindi tempo! ma frequenza di che? buio assoluto, possiamo viaggiare solo in linea teorica facendo assurde capriole con la mente, costruire una storia che ci soddisfi guardando ad essa come si guarda una sfera, ogni suo punto è diverso da un altro, la sfera? già il campione direi perfetto ed allora prendiamo questa base per continuare! per ora buona notte sono le 03.26 d.o. cgdg

ultima modifica: 2015-10-23T03:27:36+00:00da giorgiogiacinto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento