PUNTUALIZZANDO!

tastiera.jpg

 

sono le 01.18 del 02/11/2013

buona…..mattina? leggevo questa estrapolazione e mi sono venute alcune precisazioni e puntualizzazioni del resto utili a capire il vero concetto:

FESTIVAL DELLA SCIENZA DI GENOVA 2013
30/10/2013 – IL CASO

Così si smontano le bufale
che ci affollano il cervello

Tra interpretazioni sbagliate di teorie valide e vere e proprie falsificazioni, i miti sul cervello sembrano difficili da fermare

 
 
C’è chi è convinto che basti ascoltare Mozart e chi pensa di usare soltanto
il 10% della sua intelligenza: (quasi) tutto quello che sappiamo è falso.
STEFANO RIZZATO
GENOVA
 

C’è chi è convinto che basti una sinfonia di Mozart per diventare più intelligenti e chi pensa di usare solo il dieci per cento del proprio cervello. In entrambi i casi, sbagliato. E sono solo due dei tanti miti che circolano, sempre più popolari, su uno dei campi tuttora più misteriosi della scienza: il funzionamento della nostra mente. «È uno dei filoni più di moda della pseudo-scienza e le “bufale” a riguardo non si contano più», conferma Sergio Della Sala, professore di Human Cognitive Neuroscience all’Università di Edimburgo. Per smontare alcuni di questi falsi miti e capirne i meccanismi, Della Sala sarà al Festival della Scienza di Genova, stasera alle 21 a Palazzo Ducale. 

La materia è delicata, perché stuzzica spesso aspirazioni – chi non vorrebbe diventare più intelligente con poco sforzo? – e curiosità. Proprio per questo nel tempo, non solo negli ultimi anni, è stato tutto un fiorire di teorie più o meno credibili su quello che ci succede sotto i capelli. «Per esempio – racconta Della Sala – è diffusa l’idea che esista un emisfero destro più razionale e uno sinistro più creativo. Non è così: le due parti hanno funzioni diverse, ma non c’è una separazione così rigida.( Ancora più falso, anzi proprio una leggenda, è che del cervello usiamo solo il dieci per cento». )

*** così esposto pare che noi utilizziamo solo una parte materiale del cervello, il che appunto non è vero ma l’affermazione riguarderebbe la POTENZIALITA del cervello e penso che ne usiamo molto meno del dieci per cento ***

 

Un altro filone, per così dire, di successo è quello che riguarda la musica e i suoi presunti effetti miracolosi sui neuroni. La teoria più popolare è appunto l’”effetto Mozart”, che indica le sinfonie del compositore austriaco come un modo per stimolare la mente e diventare più brillanti. «È la falsificazione di un articolo scientifico uscito vent’anni fa, ma non c’è mai stata nessuna prova», spiega Della Sala. *** su questo direi che sia male informato e diventi bufala la sua affermazione *** «Lo stesso vale per molte delle teorie sul sonno. Bisogna esser chiari: è vero che il sonno aiuta il consolidamento della memoria. Invece è un mito mai dimostrato che esista un apprendimento passivo: non basta dormire con una lezione nelle cuffie per imparare lo spagnolo durante la notte». *** anche quì è un’affermazione imprecisa, quasi scorretta! forse parlare una lingua no ma apprendere nozioni….ne sono certo, io stesso mi sono sentito in sogno dialogare perfettamente in linguaggi a me sconosciuti, va da se che alcune persone hanno iniziato a parlare in altra lingua dopo un trauma cerebrale, durante il sonno ho trovato soluzione a molteplici problemi di meccanica, idraulica, elettronica e quant’altro! al punto che destandomi all’improvviso dovevo prendere subito nota per ricordare! *** 

 

Tra interpretazioni sbagliate di teorie valide e vere e proprie falsificazioni, i miti sul cervello sembrano difficili da fermare. Anche perché spesso – magari per vendere qualche improbabile metodo innovativo per l’apprendimento o il relax – c’è chi ha interesse a farli sembrare autorevoli. «Basta dire “l’hanno detto le neuroscienze” e si fa passare per verità qualcosa di mai verificato», dice Della Sala. «Il limite tra scienza e pseudo-scienza è semplice: nella scienza, chi fa un’affermazione deve dimostrarla e spiegare il metodo che ha usato. Altrimenti succede quello che vediamo: leggende che diventano improvvisamente verità scientifica»

*** non nego eventuali spunti a scopo di lucro ma……tutto ciò che scaturisce dalla mente ha una sua ben precisa collocazione, insomma è possibile! in altro tempo e altro spazio ***

con questo vi auguro buona giornata. cgdg  sono le 01.40 d.o.

PUNTUALIZZANDO!ultima modifica: 2013-11-02T01:42:00+00:00da giorgiogiacinto
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “PUNTUALIZZANDO!

  1. io a volte sospetto che questi seminari a loro volta creino delle credenze (non in senso di mobile :P) ulteriori.Ovvero per elinarle una, ne propongono un’altra in sua vece. Ma parlo per parlare, sia ben chiaro, perchè io alla conferenza di neuroscienze non ci son stata 🙂

  2. ciao ben venuta nel vuoto assoluto, è mia abitudine cercare di valutare tutte le situazioni e posizioni, anche le più assurde possono essere possibili anzi, ma provo un certo fastidio per la mala informazione, questo è un blog tendente al nero, al nulla che è anche tutto, non può essere diversamente, anche se io sono un maldestro burlone! ciao! cgdg

Lascia un commento