L’UOMO INVISIBILE

invisibile.jpg

 

sono le 21.10 del 15/06/2013

buona sera, passato del tempo e nulla di nuovo, il solito caos mondiale, onestamente mi lascia indifferente ma veniamo a noi

ormai sento e vedo ripetute conferme da parte della scienza di quanto ho sempre detto, ovvero che siamo solo frequenze, vibrazioni o chiamatele come volete, io rimango fedele al mio E, elettrone, energia!

tempo addietro la scienza ha concesso anzi affermato il fatto che l’essere umano sia composto a circa 80% di acqua, pure il cervello dunque! se andiamo oltre notiamo che essa è formata in buona pace da 2 atomi di ossigeno e 1 di idrogeno, logico quindi che alcune emanazioni del cervello possano interagire direttamente, seguendo opportuni metodi, a questo punto vi propongo

http://www.lastampa.it/2013/06/14/multimedia/cultura/muovere-l-acqua-con-la-forza-del-pensiero-ora-si-puo-sfdoOj52UVEo9UDYEnuZKM/pagina.html

tutto ciò che vediamo attorno a noi non è altro che l’interpretazione di viene interpretato dal cervello ricevendo i diversi segnali, vediamo la luce?

proprio oggi ho seguito una trasmissione sull’argomento, noi vediamo ben poco se pensiamo all’iride ma… dove li mettiamo gli infrarossi? gli ultravioletti, i raggi x, i gamma e chi più ne ha più ne metta! ho seguito l’esempio illustrato sul gheppio, uccello rapace, in grado di catturare un topo non grazie alla sua vista acuta ma bensì perchè il topo marcha di continuo il suo passaggio con l’urina, fonte di ultravioletto che vista in un contesto molto diverso è come una lampada nel buio e il gheppio è appunto in grado ri vedere quella frequenza di ultravioletto

noi ci vediamo, ci distinguiamo solo per il semplice fatto che emaniamo delle frequenze, lo stacco tra i vari colori forma l’oggetto, la persona, se fossimo di un unico colore, diciamo blu, su uno sfondo blu non saremmo assolutamente visibili!

arrivando al sodo, se fossi in grado, e non ritengo la cosa impossibile, di disturbare la mia frequenza, basterebbe solo questo, sarei decisamente invisibile da altri

non vi è mai capitato di appoggiare un oggetto da qualche parte senza memorizzare? poco dopo lo cercate disperatamente e non lo trovate, eppure è lì davanti a voi! solo che il vostro cevello è fuori frequenza, non lo riconosce, passa del tempo, fate, pensate ad altro ed ecco l’oggetto tanto cercato, eppure era lì davanti al vostro naso, a nessuno credo venga in mente di cercarne il motivo o la causa, vi accontentate di una scusa qualsiasi

l’ipnotismo, non agisce forse su questi metodi? già noi in effetti non siamo altro che vibrazioni, onde come quelle delle radio AM, FM, onde lunghe, onde corte, cortissime ecc.. percepibili solo se ci sintonizza sulla stessa frequenza, il resto c’è ma è come se non esistesse

in effetti non sono per nulla sicuro di esistere, ma….se continuo a farlo mica cambia qualche cosa!

ora credo che sia ora di credere di essere stanco! dunque credo di andare a dormire! buona notte cgdg sono le 21.53 d.o.