APEIRON?

nulla

 

sono LE 22.30 del 21/04/2013

buona sera!

stavo anzi stò rileggendo il libro “i presocratici”, mi aveva molto interessato ma non avevo potuto prestare una grande attenzione, il testo non era mio e non mi concedeva tempi troppo lunghi per capire e ragionare correttamente, ora la cosa è diversa e posso soffermarmi di più su ciò di cui vengo a conoscenza

avevo affermato che la lettura del testo mi aveva fatto notare i comuni pensieri di tali filosofi con i miei malgrado i 2600 anni di differenza, di come pensavo di averli recepiti perchè presenti comunque nell’universo dove il tempo e lo spazio non esistono

ma torniamo a ragionare coe se qualche cosa esistesse, un inizio di tutto, anni fa ho raccontato a mio modo come pensavo fosse nata la materia e la vita:

avevo in mente di fare un rapido riepilogo delle deduzioni principali e quindi dare inizio a una sorta di tabella, per facilitare la stesura, atta a definire alcuni fattori già presentati ed eventualmente da ampliare durante il percorso se lo riterrò opportuno

(?) il pensiero, il tempo ieri-oggi-domani, lo spazio, l’universo, il suo respiro insomma la certa “COSA” che è all’origine

(E) il/gli elettroni da me concepiti ovvero i messaggeri, operai, insegnanti estensioni del (?) e usate nel processo del suo movimento

dunque! come avevo già accennato (?) assomiglia molto ad un vento (respiro) anche perchè, oltre ad avere un suo percorso, alle volte crea dei vortici, per cui alcuni eventi si ripresentano: vedi le guerre, le deuzioni da me fatte e simili ad altre dopo oltre due millenni ed anche i grandi personaggi Alessandro Magno, Giulio Cesare, Napoleone e… perchè no? Hitler

noterete che la mia grammatica e punteggiatura è alquanto estemporanea e personale, non fateci caso! spero sia sufficiente per farmi capire

i miei elettroni, nel loro continuo movimento, ricordiamo l’atomo, si arricchiscono man mano di nuove esperienze, ricordiamo la fame, formando così la catena dei cosidetti valori ereditari, c’è però da dire che, come noi per primi notiamo nel nostro piccolo, non tutti sono volenterosi e alacri ma molti di essi si accontentano di ciò che hanno attorno, si adagiano insomma sono dei fannulloni, questi, ipotizzo, sono qelli che formano la materia “inerte” non “morta”! come dalla citazione precedente, esiste il movimento, essi si disgregano alle volte e per altri motivi, vedi vortici, casualmente si reincontrano riaggregandosi con tutte le nuove nozioni e capacità acquisite, sono anch’essi perenni.

vado oltre:

ordunque! vorrei mettervi al corrente di quanto mi è passato per la mente in questi giorni, per cose viste o sentite, non saprei proprio il vero motivo, sono andato nell’universo, inizia o finisce tutto così.

se non erro la particella di materia più piccola, popolarmente conosciuta, malgrado mai vista pur con con il più potente dei microscopi ma dedotta a mezzo di calcoli,reazioni e rilevazioni strumentali, è l’ ATOMO, non tutti sanno però che questo è composto da un nucleo (tralascio le parti tecniche) e da un numero variabile di elettroni, tale numero distingue i vari elemeti, azoto,ossigeno,elio,cadmio ecc. ed essi ruotano attorno appunto al nucleo in orbite circolari o ellittiche guarda un poco! è stata la prima cosa che mi ha colpito quando mi è stato presentato, ero fanciullo, assomigliava moltissimo al nostro sistema solare, tanto per fare un paragone comprensibile.

questa impressione, ancor oggi presente, mi porta a cercare dico cercare di,aprendo gli occhi,  capire e vedere! chi, cosa siamo noi? guardo in alto e cosa vedo? l’universo intiero che non distinguo perchè la mia vista non arriva oltre certi confini, dunque siamo noi forse talmente piccoli da essere noi stessi un ATOMO da altri osservato ma non visto?

scusate l’interruzzione ma sopraggiunti guai di salute in famiglia mi obbligano a sospendere momentaneamente spero per il meglio ci rivediamo più avanti un buonasera  cgdg

buona notte …o buon giorno, sono le 03.02 del 13/04/09 buona pasqua!

l’emergenza sanitaria che mi aveva obbligato a interrompere smbra, per il momento, momentaneamente sotto controllo, posso quindi dedicare qulche minuto alla stesura di questa riflessione, ci avevo provato l’11 scorso ma, forse per agitazione, ho nuovamente sbagliato a salvare! quindi…puff! sparito tutto.

dicevo dell'(A) atomo, il suo nucleo, che ho cercato di conoscere meglio, dalle informazioni lette, può modificarsi, scomporsi, degradare fino a, ultima informazione trovata, una semplice radiazione di cui non ricordo il nome, niente riferimenti tecnici!

se, come generalmente si dichiara, per il momento non vi sono pareri diversi che io sappia, ogni cosa ha il suo contrario, inverso, prchè questo processo deve uscire da tale regola? ptrei quindi pensare che, come ho sentito parlare e chiamare acuni fenomeni strani che si verificano come “il respiro della terra” a maggior ragione vedrei “il repiro dell’universo” (?) quindi inizierei a imbastire una ricostruzione, forse un po’ fantasiosa ma non del tutto incredibile

queste radiazioni che fanno parte fondamentale del respiro, si muovono, si incrociano, sbattono arrivando per caso anche ad unirsi, dando così inizio al processo inverso alla degradazione, nasce l(A) 

per la citata caotica confusione, si formano (A) di diversa configurazione, numero di elettroni orbitanti, il vento è continuo, perenne, due (A) di idrogeno arivano ad unirsi con un atomo di ossigeno H2O1 formando così la prima molecola! come quasi tutti saprete è l’acqua, il trambusto continua formando anche altre molecole di specie diversa ed ecco che a un certo punto si forma la prima cellula! : “organismo unicellulare”, agitandosi questa ingloba altri (A) e li trova di suo gusto! ingrassa,ingrossa,diventa obesa e non riesce a muoversi, decide quindi di scaricare una parte del peso divdendosi in due ma non si accorge che nella parte scaricata ha lasciato anche una sua cratteristica “la fame” ciò fa si che il numero delle cellule aumenti! cominciano ad essercene troppe! si formano dei gruppi dando così inizio al primo organismo “pluricellulare” questo, oltre alla fame aggiunge una caratteristica ovvero la “scelta” del suo cibo, nel modo di muoversi più agevolmente e quindi quella che noi chiameremmo ingegnerizzazione, si è ingegnata per far ciò, a sua volta questi organismi continuano il processo iniziato e si formano nuovi gruppi che ereditano dai precedenti, la fame, l’ngegno e aggiungono altro bagaglio con le loro esperienze (1+2=3), da tener presente che il tempo è parte dell’universo (?) anzi è l’universo stesso! quindi questo concetto da noi ridotto a parametro in questo caso non ha valore, non esiste!

questi organismi pulricellulari, ormai definibili viventi, nel loro processo evolutivo aggiungono altre informazioni e si accorgono che associati con altri gruppi riescono a stare meglio aumentando le loro capacità e la loro conoscenza, nasce così il primo “embrione”!

questo nuovo gruppo si porta quindi appresso tutto il bagaglio precedentemente ereditato e lo ritrasmette, vi sono gruppi con esperienze diverse e quindi di specie diverse, sono perciò diverse le forme di vita.  sono le 05.09 sospendo per finire di dormire!

buon buon giorno, riprendo più avanti   cgdg 

rieccomi!, buona sera, dovrei riprendere un attimo l'(A), tanto per chiarire meglio le successive fasi della contorsione, a qualcuno di nome darwin si squoterebbero le ossa nella tomba se solo potesse sapere quello che stò scrivendo, comunque, giusto, sbagliato, vero o astruso rimane comunque solo il MIO pensiero soggetto a commenti e opinoni favorevoli o contrarie, avevo detto, stò parlando con termini incomprensibili, forse, per uno studioso, il “popolare”, che esso è formato da un nucleo definito genericamente “protone” e da almeno un elettrone che gli orbita attorno, leggendo qualche informazione in più di quanto già sapevo, il suo comportamento e le sue caratteristiche mi sono piaciute! ho quindi deciso di adottarlo, come nome per avere diciamo un elemento più comprensibile, direi quasi tangibile, per segnare bene nella mente il percorso delle valutazioni. ha una altissima mobilità, si muove indipendentemente dal protone, entra a far parte orbitante in un altro (P),se lo abbandona viene subito rimpiazzato da un altro (E) ha quindi la possibilità di raccogliere innuerevoli informazioni, di portarle avanti ritrasmettendole e aggiornandosi in continuazione co quelle lasciate da altri (E), ottimo per rappresentare come unico elemento sia le radiazioni quanto il movimento “respiro” dell’universo, il tempo, il (?) essendo un unico riferimento.ricordiamo: due cose non possono coesistere nel medesimo tempo e nel medesimo spazio.

per il momento credo di aver creato abbastanza caos, se seguiterete a leggere vi proporrò le varie evoluzioni ponderate e SOLO  ipotizzate come MIO pensiero.

qanto scritto era fruttuo delle mie riflessioni ma ora arriviamo al dunque, oggigiorno gli scienziati parlano di big bang come nascita delluniverso, vi ho appena esposto la mia ipotesi e ora stò leggendo di come la pensava un certo anassimandro nel VI-VII secolo a.c. come descritto da decrescenzo:

Più suggestiva è l’ipotesi di Anassimandro sulla nascita dell’Universo. Vediamo ora come ce la racconta Plutarco.

<<Egli dice che dall’Eterno si separarono il Caldo e il Freddo, e che una Sfera di fuocosi distese intorno all’aria che avvolgeva la Terra, come corteccia intorno a un albero; spaccatasi poi questa Sfera e separatasi in taluni cerchi, si formarono il Sole, la Luna e gli Astri>>

Dunque ricapitolando: all’inizio c’era solo l’àpeiron, la sostanza infinita,poi….

avrete certamente notato l’analogia tra quanto enunciato ai nostri tempi a quanto descritto allora con altri termini, conoscenze e tecnologia molto più limitate, di come noi facciamo parte di un universo che già esiste, che potremmo essere il minuscolo atomo o elettrone di un universo ben più grande! a sua volta potremmo essre l’universo di un atomo o elettrone ben più piccolo!

ricordate TUTTO è possibile perchè TUTTO è già stato e SEMPRE sarà, il tempo è solo una nostra cosa soggettiva!

con questo vi auguro la buona notte cgdg sono le 01.31 del 22/04/2013

CARPE DIEM….IN BICICLETTA!

 

ruota.jpg

 

sono le 22.13 del 09/04/2013

buona sera, ho appena detto che l’universo è energia perennemente in movimento, che il moto predominante è sferico, circolare! le stelle girano, gira il sole, i pianeti, la luna, i dardanelli….beh quelli veramente ce li fanno girare alle volte, il tempo è una spirale, la vita viene vista come una ruota che gira, ora vi dò una mia interpretazione!

quando si nasce ci si trova scaraventati in sella ad una bicicletta per percorrere la strada della vita, per un breve periodo veniamo sostenuti ed aiutati a mantenere l’equilibrio pedalando ma poi dobbiamo arrangiarci da soli

la via da fare è un vero percorso stile ciclocross! dossi, cunette, buche, pozzanghere, salite, discese, qualche tratto in pianura, ci è a malapena concesso qualche rallentamento ma non fermata, ne consegue una caduta, una rottura della biciletta! anche con i vari ostacoli dobbiamo prestare attenzione! diversamente ci si ritrova al punto di partenza ad aspettare una nuova nascita e relativa bicicletta

pedalando noto che la ruota anteriore è multicolore, a spicchi, la gran parte del copertone è di colori, scialbi, varie tonalità di grigi, tinte scure e tinte forti, capisco che sono gli umori! le gioie e i dolori, c’è pure uno spicchietto di un bel colore azzurro, quando lo vedo sbucare dal parafango mi sento lieto, allegro, peccato che la ruota girando lo faccia subito sparire, vorrei fermarlo ma rischio di cadere, cerco di arrestarlo con la mente chiudendo leggermente gli occhi ma…li devo riaprire e vedo solo altri colori, devo aspettare che ricompaia per riafferrane il piacere!

possibile non vi sia nulla da fare? forse sì, devo provare, alla peggio tutto rimane come prima, riesco a procurarmi un pennello e della vernice azzurra, sempre pedalando, inizio a far scorrere il pennello sulla ruota, non è una cosa immediata ma, gradualmente, questa comincia a tingersi di azzurro, la cosa mi piace e mi fa star bene, sò di certo che sotto è di altro colore, che avvengono sgraffi e spellature, ma io son pronto con il mio pennello a rimediare, penso che con questo sistema un bel percorso riuscirò a completare, con l’augurio a tutti voi di riuscire e di provare, vi auguro la buona notte, credetemi, la difficoltà, nemmeno eccessiva, è solo quela di afferrare barattolo e venice! cgdg sono le 23.00 d.o.

IL PUNTO E LA SFERA

nulla

 

sono le 01.52 del 06/04/2013

salve, ho già accennato a suo tempo come io ritenga l’elemento sferico quasi la perfezione, contepla ogni o tutte le direzioni e andando ben a vedre non ha un preciso punto di rotazione

già il punto! cosè? una dafinizione in geometria definisce una retta come una linea di infiniti punti…..? sarà allora infinita pure la retta? possono coesistere 2 infiniti? di sicuro no!

ma ripartiamo dal punto che punto no è, quanto è grande un punto? guardo il cielo stellato e vedo un puntino luminoso, ne cerco la fonte e l’atronomia mi dice che è la stella X grande milioni di volte più del nostro sole, caspita! prendo la matita, mi metto a scrivere, finisco la frase con un punto, poco più del segno di uno spillo!

metto il mio puntino in osservazione sotto un microscopio, è formato da innumerevoli puntini! le molecole della grafite!

visto che il movimento è vita e la vita è movimento, seguendo la considerazione del movimento in ogni direzione, ritorno alla mia sfera, la terra è tonda, la luna è tunda, pure il sole e i pianeti, il tutto gira in un moto rotatorio, gira e vive quindi

prendiamo la terra, non si muove forse? non esistono i terremoti, i vulcani, le placche tettoniche in continuo movimento! quindi il tutto stà vivendo

ma forse posso anche pensare che tutto il nostro sistema solare non sia altro che un semplice granello di grafite, formato da atomi anche loro in continuo movimento, osservatoal microscopio da un individuo talmente grande di cui non possiamo vedere i limiti, che a sua volta potrebbe essere nelle nostre stesse condizioni!

quanto infinitamente piccloi siamo! na forse infinitamente grandi, chi mi dice infatti che siamo nella scala più bassa di coloro che stanno usando il microsopio? niente e nessuno! qundi se ne può desumere che niente e nessuno può arrecarmi danno se non sono il primo a definirlo tale!

contorto vero? ma è così e nulla possiamo fare, quasi come quando piove! buona nottata cgdg sono le 02.24 d.o.