MA IO…

 

reiki.jpg

 

sono le 03.45 del 16/05/2012

salve, oggi mi è stato nominato il reiki, ne sapevo l’esistenza ma non cosa fosse in effetti anche se mia figlia ha un attestato per un certo livello, credo mai applicato, leggo:

Principi teorici del Reiki [modifica]

Trattamento reiki

Gli insegnamenti del Reiki affermano che c’è una energia vitale universale,[23] accessibile ai praticanti per indurre effetti curativi.[24]

Viene affermato dai praticanti di Reiki che ognuno di noi può acquisire la capacità di accedere a questa energia (iniziazione)[25]. Tutti, in pratica, possono essere iniziati al Reiki. La credenza di base è che l’energia scorrerà attraverso le mani del praticante. Alcuni insegnanti sottolineano l’importanza dell’intenzione (di sanare le ferite) del praticante in questo processo mentre altri affermano che l’energia è estratta dalla ferita del ricevente al fine di attivare il processo di guarigione.[26] Andando oltre, la credenza fondamentale vuole che il Reiki sia un’energia intelligente che rende la diagnosi di un male non necessaria.[27]

Un secondo livello di insegnamento Reiki, che include un’ulteriore iniziazione, serve ad equipaggiare il praticante dei mezzi per “curare” a distanza.[28] Questo metodo, dichiarano i sostenitori del Reiki, prevede l’uso di speciali simboli per creare una connessione temporanea tra il praticante ed il ricevente, a prescindere dalla ubicazione dei due soggetti, al fine di inviare l’energia Reiki.[29] Si afferma inoltre che il Reiki non è vincolato a uno specifico punto nel tempo, ma può essere inviato nel passato o nel futuro.[30]

L’energia impiegata nelle terapie Reiki si dice discenda dall’Universo piuttosto che da energia personale del praticante[31] e per questo è inesauribile[32] (alcuni insegnamenti affermano che l’energia entrerebbe nel praticante attraverso un chakra per poi defluire attraverso le mani).[33] Come conseguenza di questo, viene insegnato ai praticanti il Reiki che essi possono curare se stessi attraverso il Reiki.[34]

Il Reiki è altresì usato dai praticanti come medicina preventiva poiché, si afferma, l’energia stimola la cura prima ancora che ci sia un evidente sintomo del male.[35] Altra conseguenza della semplicità del Reiki è che esso può essere insegnato ai bambini.[36]

Alcuni insegnanti affermano che, in taluni livelli, se il ricevente non vuole essere curato, l’energia non scorrerà.[37]

Gli aderenti descrivono il Reiki come una terapia olistica che cura malesseri fisici, mentali, emozionali e spirituali.[38] Si afferma poi che la guarigione può interessare parte o tutti questi aspetti in un singolo trattamento senza alcuna necessità conscia di direzionare l’energia sia da parte del praticante sia da parte del ricevente.

notate come ci sia una certa assonanza con quanto io ho esposto in vari punti?

ci sono però alcune divergenze di opinione, quì si parla di imposizione delle mani…..siamo alle solite, si cercano mezzi materiali per emanare l’energia quando invece è la mente la vera fonte di questa, ho fatto delle prove, ricordate? con il pendolino, l’avvicinare la mano ad esso lo faceva allontanare ed avvicinare, già! questo sembrerebbe dar ragione a quanto descritto sopra….ma! il pendolino si muoveva anche e solo quando rivolgevo il pensiero a lui, pur dall’altro capo dela stanza, era il mio pensare che in  efetti provocava il movimento!

continuo a considerare la mente, il pensiero, la vera parte fondamentale integrata nell’energia universale, quando pensiamo al passato o al futuro, non torniamo forse indietro o avanti nel tempo? di certo non materialmente, ma forse potremmo interagire mentamente con gli altri io dei vari tempi paralleli, la cosa non è semplice da spiegare a parole ma spero di aver dato una piccola scitilla per arrivare a comprendere e a pensare, al momento penso di tornare sotto le lenzuola, buona notte cgdg sono le 04.07 d.o.

GIA..GIA..GIA! E SE FOSSE?

quantistica.jpg

 

sono le 22.19 del 14/04/2012

buona sera, ieri alla festa per una cresima mi son trovato a dialogare con alcune persone, di solito vengo considerato come persona poco seria visto che non do peso e valore alla vita, sono comunque intervenuto in una discussione a sfondo religioso, una cosa tira l’altra e gli astanti hanno iniziato a pendere dalle mie labbra, devo dire con notevole stupore da parte loro, stavo esponendo alcune mie considerazioni del tutto personali, niente di studiato o letto come al solito e una di costoro mi ha chiesto come potessi parlare in termini di fisica quantistica così facilmente come se fosse il mio pane quotidiano, tutto sommato la cosa mi ha fatto notevole piacere, insomma da cosiderato pagliaccio senza principi avevo fatto vedere una diversa realtà, bellissimo! nel dialogare si è pure parlato di roll e di accadimenti strani, tra cui una cosa mi ha colpito, tra le amicizie dei presenti si è parlato di un giovane che tendezialmente bruciava apparecchiature elettroniche, anche le lenzuola o lo scendiletto quando appoggiava i piedi nudi a terra, la cosa non ha avuto seguito ed è passata come notizia, oggi mi è tornata in mente e ho deciso di prenderla in considerazione, di trovarne un perchè! mi son venuti in mente la lente, gli specchi, già gli specchi ustori di pitagora…se non erro!

dunque vediamo: l’universo è energia, noi ne facciamo parte, ne assorbiamo, ne consumiamo, produciamo, riflettiamo

prendiamo un comune pezzo di vetro, piatto e la luce solare, la luce lo attraversa e nulla succede, l’energia lo attraversa e no ci sono effetti

prendiamo ora pezzo di vetro convesso, una lente, si può notare che utilizzando la stessa energia ricevuta prima dal vetro piatto, regolando una certa distanza, focale, si possa arrivare ad incendiare un pezzo di carta, cosa sta succedendo? semplice! la lente raccoglie l’energia che la colpisce e la comprime in un minimo spazio, come avviene in idraulica per un moltiplicatore di pressione!

mi spiego meglio, se su una superficie di 10 cmq. (centimetri quadrati) applichiamo una pressione di 1 bar, ovvero 1 kg per cmq. essa genera una pressione sulla sua superficie di 1 kg. se al centro montiamo  un perno di 1 cmq. come lo stantuffo di una siringa e andiamo a misurare la pressione in uscita, potremmo notare che questa è di ben 10 kg.

penso che ci siano persone che appunto ricevano ed assorbano l’energia che le circonda praticamente in modo totale, ad un certo punto è ovvia la necessità di scaricare questa energia, ma lo fanno non normalmente come la lastra di vetro piatta, ma besì come la lente, con violenza ed in modo concentrato, a questo punto penso anche al fulmine, quando arriva al punto critico, al culmine, alla minima possibilità di fuga, sapete bene la potenza sviluppata, mi pare un ragionamento abbastanza valido, sottoporrò le mie valutazioni in una ulteriore chiacchierata e vedremo cosa ne esce! buona serata cgdg sono le 23.02 d.o.

LUGUBRE ALLEGRIA

dinosauri.jpg

 

 sono le 23.08 del 06/05/2012

buona sera, alle volte, sempre, mi vien da ridere pensando a quanto è grande la stupida intelligenza dell’essere umano! la cosa mi diverte visto che sono un assolutista, vediamo questa: si battaglia per contrastare l’aborto, la soppressione di un embrione ancora senza volontà, vogliamo dire non diverso da un microbo? da un virus? da un vermiciattolo quale eravamo noi agli esordi? parlando molto crudamente, ci si rende conto che ogni nascita è una condamma a morte? che la vita è una continua lotta, un continuo combattere per la sopravvivenza, un lottare contro i dolori, le malattie e la vacchiaia che avanza? cosa sarebbe la terra senza esseri umani? credo decisamente migliore, noi portiamo solo distruzione e generiamo morte, quanti popoli sono scomparsi grazie a conquiste e stermini con la scusa di civilizzarli? quante foreste distrutte, mari e terre imquinate, intiere razze animali estinte per solo gusto di cacciare, e lo chiamano sport! ci stiamo facendo un’enormità di debiti com la natura e di sicuro prima o poi ci presenterà il conto, prospetto una rapida estinzione, diciamo come quella dei dinosauri? penso che non sarebbe un gran male, è già successo senza che la terra abbia subito danni ed è probabile si ripeta, baratro che si apre e giù tutti! la cosa mi diverte perchè ritengo la morte un arrivo e non la temo, ma penso che ci cadranno anche tutti coloro che si sono affannati ad accumulare beni, che non saranno mai loro, coloro che hanno tiranneggiato e tutta la losca geia esistente, nessuno escluso, la mia speranza è che i loro elettroni, frequenze, non tornino ad aggregarsi in forme peggiori, comunque restando sempre nella logica sequenziale, a cosa serviamo? a niente! bellissimo nulla nel più totale nulla, sì tutto sommato forse sono soddisfatto di essere quì….ma ci sono veramente? buona notte (si fa per dire) cgdg sono le 23.35 d.o.

VELENO….UCCIDE SEMPRE?

VELENI.jpg

 

sono le 02.22 del 05/05/2012

buona sera, ho detto più volte che il bene può essere male, il bello essere brutto ecc. che dipende solo dal nostro punto di vista, da come si guardano le cose, ad esempio i veleni, cosa sono in effetti? ritengo niente altro che dei prodotti naturali che agiscono principalmente, direi esclusivamente, a livello cerebrale, il primo effetto infatti è il blocco dei centri nervosi, comandati quindi dal cervello, tutto il resto è una successiva conseguenza, anticamente si usavano le erbe, più o meno velenose per curarsi, le varie droghe naturali venivano consumate regolarmente e senza eccessivi danni, vedi coca, oppio, pejota ecc. i vari elementi in natura non generano quasi mai effetti collaterali, sono le sostanze chimicamente artefatte e prodotte le vere cause di morte e danneggiamenti, ogni elemento naturale porta in se la possibilità di nuocere, ma sempre anche quella di curare, è sufficiente che il cervello venga posto in reazione oppure incolonnando i vari elementi in modo che la loro assunzione venga in qualche modo controllata, magari escludendone alcuni ma mai provocando alterazioni al processo naturale, a questo punto vorrei sottoporvi questo articolo!

Se ti stai chiedendo cosa sia l’Amanita Falloide, sappi che è un fungo che potresti trovare facilmente in un bosco e che molti cercatori di funghi spesso scambiano per un fungo commestibile. Questo fungo ha provocato moltissimi morti, ragione per cui ogni animale farebbe bene a tenersi alla larga. Tuttavia l’amanita ha anche il potere di bloccare le cellule tumorali e di far regredire il cancro.

   

Ma nei casi di morte che questo fungo ha provocato ci chiediamo: “la natura cosa ha creato a fare queste specie?”. Ed ecco che a dare una risposta a queste domande arriva la scienza. L’amantinia, il potentissimo veleno contenuto in questo fungo, è in grado di offrire una speranza a chi è colpito da un altro potenziale agente mortale: il cancro.

A dirlo sono i ricercatori tedeschi del Centro tedesco di Ricerca sul Cancro ( Deutsches Krebsforschungszentrum, DKFZ), il Centro Nazionale per le Malattie Tumorali Heidelberg e del Max Planck Institute for Medical Research che hanno scoperto che il veleno contenuto nell’amanita falloide è in grado di annientare e arrestare la crescita delle cellule tumorali di diversi tipi di cancro come quello della prostata, del seno, dei condotti biliari e del colon.??Il dottor Gerhard Moldenhauer è l’immunologo che ha condotto lo studio insieme al professor Heinz Faulstich testando l’effetto del veleno su un linea di cellule tumorali dei diversi tipi, ha così osservanti come la tossina fosse in grado di uccidere le cellule cancerogene senza provocare danni all’organismo.

 

Ma come fare per uccidere le cellule cancerogene senza provocare danni all’organismo? Il segreto ovviamente sta nell’iniezione in loco, cioè nel recapitare direttamente a domicilio il prezioso veleno che in questo caso diventa un antidoto. La scoperta più sensazionale per i ricercatori è stata quella che ha visto un legame chimico stabile tra il veleno e le cellule cancerose. In questo modo l’efficacia di questa sostanza diventa sicura al 100%. L’anticorpo specifico usato dai ricercatori attacca una proteina che si trova sulla superficie delle cellule tumorali chiamata EpCAM.??Sia nel test in vitro, sia sulla sperimentazione animale si è scoperto che la sostanza è efficacissima nell’annientare le cellule tumorali. La sperimentazione animale si è avvalsa di alcuni topi malati di cancro al pancreas uguale a quello umano: in questo caso si è visto che bastava una solainiziezione della sostanza per fermarlo. Ulteriori due iniezioni con dosi più alte della tossina hanno infine provocato la completa regressione del tumore nel 90 percento dei topi malati.

 

La notizia forse più entusiasmante è che la tossina non ha provocato alcun effetto collaterale e non ha lasciato alcun residuo sul fegato degli animali. Dunque le tossine presenti in natura hanno una loro funzione: si tratta soltanto di scoprirla. Dire che questa sostanza blocca il tumore è ben lungi dal dire che è stata trovata la cura contro il cancro. Purtroppo prima di poter dare una notizia così certa bisogna fare ulteriori sperimentazioni e valutare anche gli effetti a lungo termine.

Maria Melania Barone (Pubblicato su Benesserevillage.it)

come avrete notato quanto da me detto credo veramente che non sia assolutamente una valutazione assurda, basta pensarci e ragionare

buona notte e buon fine settimana cgdg sono le 02.42 d.o.