QUANDO DICO “TUTTO E’ POSSIBILE”

nulla

 

sono le 21.28 del 28/07/2011

buona sera, credete che scherzi?…..forse in parte ma mi è venuto alla mente or ora un esempio a dimostrazione!

credete sia possibile che un giorno io mi addormenti uomo, tale sono, e al mattino mi risvegli donna? sembra incredibile ma possibile, vi dimostro come

vado tranquillamente a dormire una sera e durante il sonno subisco il tracollo, il mio spirito lascia questa valle di lacrime, nel contempo un piccolo esserino in un angolo sperduto decide di venire alla luce e al passaggio del mio spirito errante decide di fagocitarlo, di appropriarsene! in effetti non ha ancora nulla di suo, guarda! vado a vedere tra le gambine, è una femmina!

visto come anche quel che sembrava impossibile invece non lo è? visto che credo nella metmpsicosi cosa c’è di strano? buona notte e state attenti a dove andrete!  cgdg sono le 21.39 d.o.

PICCOLO O GRANDE?

grande o piccolo.jpg

 

sono le 19.56 del 27/07/2011

buona sera, già…piccolo o grande? parlo del nostro cervello, è formato da innumerevoli cellule, molecole, a loro volta formate da atomi, composti da un nucleo ed elettroni, adesso mi domando, un cervello al confronto di un elettrone, che termine di grandezza avrà? a sua volta….ma l’elettrone che io ho classificato da cosa di più piccolo può essere formato? credo che la soluzione sia una soltanto, (ho detto credo!) è l’essenza stessa delluniverso, parte e tutto del tutto e nessuna parte del nulla, mettiamo caso: osservo al microscopio un baterio, scopro la presenza di un virus, quale sarà il suo comportamento? non credo di errare se dico simile a quello dell’essere umano! troppa somiglianza nella metamorfosi, nella mutazione, nella violenza e nell’autodistruzione, ops! frase errata, nulla si distrugge! adesso mettiamo per ipotesi che un essere che noi non possiamo vedere, in quanto la nostra vista troppo limitata, ci stia osservando sotto un microscopio e decida che come virus andiamo eliminati, quale sarà la conseguenza? spariremmo come virus per diventare magari…..che sò?….anticorpo? onestamente non mi frega più di tanto! buona serata cgdg sono le 20.13 d.o.

COME AL SOLITO ECCO LE CONFERME!

nulla

 

sono le 22.06 del 22/07/2011

buona sera! cosa ho sempre detto? ogni per così dire forma non è altro che una vibrazione, radiazione, frequenza, tanti piccoli dettagli avvalorano questa mia affermazione, mi è capitao sotto mano or ora!

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/biotech/2011/07/22/visualizza_new.html_782410276.html

per essere più preciso vi allego il punto a cui faccio riferimento

All’interno delle cellule esistono dei ‘sismografi’ molecolari che rilevano gli stress meccanici ai quali sono sottoposte le molecole di Dna e che entrano in azione quando le vibrazioni diventano cosi’ forti da rischiare di provocare una rottura.
   La scoperta, pubblicata su Cell, e’ stata realizzata da un gruppo di ricercatori dell’Ifom (Istituto Firc di oncologia molecolare) guidato da Marco Foiani, in collaborazione con l’universita’ di Studi di Milano e altri importanti centri giapponesi, spagnoli e statunitensi.
   E’ noto da tempo che la cellula e’ dotata di un complesso sistema di sorveglianza per preservare l’integrita’ del suo codice genetico durante la divisione cellulare. Esistono infatti numerose molecole che operano come dei guardiani a un checkpoint, controllando che il materiale genetico venga copiato correttamente e senza danni. Lo studio dell’Ifom aggiunge ora un nuovo elemento a questo quadro: dimostra infatti che i guardiani
del Dna svolgono anche un altro importantissimo compito, quello cioe’ di renderlo piu’ plastico per evitare pericolose rotture. Per essere letta e copiata, infatti, la molecola di Dna viene continuamente ritorta, avvolta, srotolata e separata nei suoi due filamenti complementari o trattenuta in zone particolari del nucleo cellulare, che la bloccano come fosse in trappola. Quando le tensioni e le vibrazioni diventano pericolose, tanto da mettere a repentaglio l’integrita’ del Dna, allora intervengono i ‘sismografi’ molecolari che sbloccano queste trappole rendendo la doppia elica piu’ flessibile e plastica.
   Questa scoperta potrebbe avere importanti implicazioni per la cura dei tumori. Nelle cellule malate, infatti, i sismografi molecolari funzionano male: di  conseguenza il Dna risulta piu’ rigido e predisposto alla rottura. Questa fragilita’ e’ un’arma micidiale per il tumore, perche’ genera continuamente nuove
anomalie genetiche che lo possono rendere ancora piu’ aggressivo. ”Ora che sappiamo che la rigidita’ e’ un aspetto cruciale della fragilita’ dei cromosomi delle cellule tumorali – spiega Marco Foiani – potremmo pensare di sfruttare questa caratteristica per progettare nuove strategie per colpire i tumori. Per esempio potremmo esasperarla fino a rendere il Dna talmente fragile da provocarne la distruzione, portando alla morte le cellule malate. In  sperimentazione clinica ci sono gia’ farmaci che vanno in questa direzione – conclude – e altri potrebbero essere sviluppati”

non voglio andare a valutare i particolari a livello di soluzioni farmaceutiche o meno, mi interessa la base, vibrazioni! sul resto si può ancora ipotizzare e riflettere ma di solito a me interessa la base le radici, da cosa siamo fatti? cosa siamo? anche se saranno sempre e solo mie ipotesi personali, buona serata cgdg sono le 22.15 d.o.

NON SI FERMA MAI!

nulla

 

sono le 01.07 del 22/07/2011

buona sera, ho più volte detto che il pensiero non si ferma mai, motivo? non fa parte di cose materiali o per così dire reali, è anche lui un semplice movimento di vibrazioni aggregate, prodotte e tradotte da un cervello, non ha corpo ma può creare immagini, vedi i sogni! è quindi logico che la mia mente sia in continuo movimento, quando mi è possibile cerco di fermare il pensiero su qualche cosa di tangibile, vedi questo astruso blog, ma alle volte la cosa mi risulta difficoltosa per via del tempo necessario a mettere assieme un che di comprensibile, avrete notato che parlo nel modo più assurdo e astruso, uso metafore, associazionidi idee, esempi che alle volte rileggendomi mi risultano quasi incomprensibili, devo ringraziare TUTTI indistintamente coloro che mi commentano, ho notato ultimamente che riescono ad afferrare quanto voglio esprimere meglio di me stesso, pertanto vi allego un mio pensiero di oggi, noterete che potrà sembrare ne più ne meno che un appunto ma spero che renda un’idea di un parere personale e un’esperienza di vita vi ringrazio in anticipo per l’attenzione, non meritata a vi do la buona notte!

CODICE BIANCO?

pubblicata da Giorgio Cornero il giorno giovedì 21 luglio 2011 alle ore 18.24

in primo luogo ritengo sia un’assurdità! testualmente riferisco: la persona preposta ad assegnare i codici non è da ritenersi competente in materia, infermiera diplomata, praticante o impiegata che sia! solo un medico esperto potrebbe valutare la situazione! detto questo porto notizia diretta: con colica addominale, dolorosissima mi veniva proposto appunto il codice bianco, cosa vuole che  sia un mal di pancia? se dovessimo dar retta a tutte queste sintomatologie! beh sono andato in escandescenza, diciamo al limite omicida? tanto per vedere se a lei assegnavano un codice rosso! mi pare logico! comunque bene o male vengo visitato, diagnosi? -pancreatite acuta – faccio notare che la conseguenza più ricorrente è il decesso.

tornando a noi, anche se si dovesse mettere un balzello tale, lo vedrei assegnato a posteriori appunto per evitare gli abusi ma non così come è proposto che potrebbe causare una mancata presenza ad un’assistenza di per se dovuta “a persona vivente” mentre vedo che si ha piu rispetto per un embrione che se vogliamo dirla tutta non è ancora arrivato allo stadio di larva! cgdg

sono le 01.23 d.o.

COMPLETIAMO?

arlecchino.jpg

 

sono le 01.49 del 18/07/2011

buona sera, nel post precedente, preso dalla foga e dalla fretta posso aver creato delle incomprensioni e allora voglio chiarire bene la situazione

siamo dei pezzenti perchè come arlecchino andiamo avanti a rattoppi, prendiamo ad esempio un imprenditore, un giorno le cose cominciano ad andare male, mettiamoci una toppa, chiediamo un finanziamento! allora io dico, se non riesci a sostenere le spese ora, come pensi di riuscire dovendo pagare degli interessi in surplus? cambia attività, modifica il tuo settore!

secondo caso, ho un ombrello con una stecca rotta, trovo sconveniente mettere del nastro, legare la steccha, l’ombrello avrà sempre dei problemi, meglio toglierla e sostituirla! se poi la rottura riguardasse lo stelo, meglio sostituire l’ombrello!

il tutto è saltato fuori con la manovra fiscale presentata, si stanno rattopando le tecche mettendole sotto un carico  eccessivo mentre invece, visto che a quanto pare il guasto è nella parte portante, sarebbe il caso di cambiare ombrello, prima o poi se ne andrà tutto a catafascio!

purtroppo è la costante egoistica dell’essere umano passare sulla testa del prossimo senza curarsi dei danni che si provocano, d’altronde come ho già detto un’altra caratteristica è la vostante necessità di avere qualcuno al di sopra di noi, siamo noi stessi a renderci schiavi, quando ormai il guaio è fatto e quasi impossibile un rimedio, anche quì….buttare il tutto e ricominciare da capo

è quasi come un gioco d’azzardo, se si stà perdendo è inutile insistere nel rilancio, l’unica conclusione non può che portare alla rovina, e questo è più che noto

non credo di essere stato del tutto esauriente ma la mente è troppo veloce per poter esprimere adeguatamente per iscritto tutto ciò che la attraversa, io ho meesso un filo conduttore, spero, a voi valutare le varie alternative, d’altronde possono, anzi sono, infinite e come si dice, su questo non ci piove, meglio pensare a cosa siamo e che ci facciamo quì! buona serata cgdg sono le 02.17 d.o.

SIAMO PEZZENTI

pezzenti.jpg

 

sono le 21.34 del 14/07/2011

buona sera, è già da qualche giorno che questa idea mi torna e frulla per la mente, pezzenti? già! ma come visto di perzone piene di pezze, rattoppi, intenti sempre ad aggiungere altre pezze, come ho già detto tempo fa, un piatto quando si rompe si ha un bell’incollarlo, quasi sempre diventa inutilizzabile e quindi sarebbe meglio buttarlo anzichè riempire uno spazio vitale con del ciarpame, si stà facendo qualche cosa nella politica italiana molto simile a quanto sopra ma non mi piace parlare di politica, mi fa veramente senso per non dir di peggio, ma….vogliamo essere cinici? realisti? un malato viene sempre curato, come incollare il piatto, ma se si sa già che con questo non si ottiene il suo buon reiserimento in un ciclo vitale, a che scopo? aaaaaaaaaaah forse sì! bisogna sostenere il bisinness delle case farmaceutiche, ti cura per un male e scopri di averne ricevuti due in omaggio, anche quì si rattoppa chi veramente opera per prevenire, eliminare i guai viene subito messo a tacere, prassi vecchia di secoli, vedi galileo ecc.

beh tutto sommato di pezze ne ho pure io parecchie ma appunto per questo non desidero assolutamente aggiungerne altre, se e questo……………sarà sicuro? un giorno dovessi rompermi preferirei che evitassero di usare strani collanti per tenermi insieme, non parlo di eutanasia ma almeno quella volta, fatevi gli affari vostri! buon rammendo e la buona notte cgdg sono le 21.52 d.o.

NON HO PAURE

carpe diem 1.jpg

 

sono le 03.19 del 9/07/2011

salve, ora tarda vero? ma i pensieri non hanno orario! ricordate come tutto è iniziato? vibrazioni, associazioni, atomi, cellule, embrioni ecc. ecc.? bene io avevo usato per definire il tutto una lettera…”E” come energia e per darle una certa visibilità a noi nota “elettrone” se vuoi neurone o qualsiasi altro vocabolo, non ha importanza, avevo parlato della loro associazione, della loro fame di sapere, di vedere, di nuove ma ormai vecchie esperienze, orbene noi siamo fatti di tutto ciò, in questo momento siamo associati in un certo modo che definiamo fisico, vita, è noto che tale associazione ad un certo punto avrà termine, infatti ci sarà la morte fisica, ma il movimento non muore, non ha tempo, siamo noi ad aver concepito tale limite che in effetti non esiste e quindi tutti i nostri E trasmigreranno e torneranno all’origine! già e dunque? ogniuno di essi porta con se le sue nozioni, avete presente il DNA? beh qualche cosa di simile, è un dato di fatto che torneranno ad aggregarsi, in un movimento, turbine di pulviscolo è certo che ogni granellino possa sbattere contro e ritrovare un granellino precedentemente incontrato, quindi come intuito ed esposto in alcune teorie orientali, la reincarnazione, dato che dobbiamo tener conto di tutte le possibilità dobbiamo comprendere ogni forma “vivente” in alcuni casi sarà nuovamente umana ma mai la medesima, quella è una e unica nel suo tempo, quindi non ci sranno ricordi, possibili somiglianze ma non gli stessi, e dunque? perchè dovrei aver paure? in fondo in fondo potrei tornare in una vita migliore…o anche peggiore, ma che importanza può avere? quella di un attimo, un battito di ciglia al confronto dell’eternità, quanti battiti di ciglia facciamo in una pur breve vita? beh tenete sempre ben presente tale situazione e cercate di coglierne il lato che ritenete migliore, di sicuro il breve attimo di vita sarà più gradevole! dunque? niente paura! tutto continua come prima e come dopo, buon proseguimento di vita e movimento, cgdg sono le 03.49 d.o.

LA VITA CHE NON VEDI

goccia.jpg

 

sono le 23. 23 del 02/07/2011

buona sera, questa mattina la mia consorte ha chiesto il mio aiuto per irrigare l’orto, dal tubo di gomma non usciva più acqua! per evitare intasamenti della rosetta ho inserito infatti un filtro, è consuetudine infatti che si formino delle alghe, non so se per effetto dei raggi UV o per altri motivi, comunque vista la difficoltà nello smontaggio di detto filtro la cosa è ormai di normale mia competenza, era intasato infatti! mentre lo pulivo ho pensato alla sua composizione, alghe! dunque? forme di vita, anche loro come noi, nel loro microuniverso, noi ci crediamo unici, intelligenti, però abbiamo la vista corta e la mente ancor più ridotta, se pensiamo a ciò che è l’universo noi possiamo essere meno di quello che vive in una goccia d’acqua, a tale scopo, non possedendo un microscopio, sono andato a cercare dove potevo trovare qualche esempio e date un’occhiata!

visto? anche quei piccoli esseri hanno una loro vita, cosa cambia rispetto a noi? credo che loro siano almeno sprovvisti di presunzione e decisamente più umili, chissà forse anche più felici e di sicuro non alla ricerca disperata di crearsi nuovi problemi, si accontentano di vivere!

beh! auguro a tutti di avere ciò che desiderate, ma se vi accontentate di vivere forse è meglio! buon fine settimana, cgdg sono le 23.43 d.o.