LA PAURA

terrore.jpg

 

sono le 01.49 del 30/03/2011

buona sera, ritorno or ora da alcune letture di blog retti da amici, ho trovato molta apprensione, paura, direi che è il momento peggiore per aver paura, quando si ha timore di sbagliare ecco che immancabile arriva l’errore! vediamo….ci sono molti che evitano di assumere diverse sostanze perchè viene detto che fanno male a questo, a quello, guarda caso non sono tra le più longeve, quando cadono è quasi sempre per colpa di ciò che hanno accuratamente cercato di evitare, caspita! per forza! non hanno mai avuto l’opportunità di preparare delle difese! noi usiamo sempre dei parametri dei limiti, facendo questo non facciamo altro che scoprire di superarli, diciamo tanto, poco, ma cosa sono? per un abbiente un tozzo di pane è poco, per un indigente è invece un patrimonio, chi vive d’amore soccombe al primo attimo di odio, chi vive di speranza patisce a morte le delusioni, l’unica cosa che invece non tradisce è la fiducia in se stessi nel nostro essere parte dell’universo e visto che: nulla si crea ma nulla si distrugge, tutto si trasforma, ma sì questa volta la uso, non trovo motivo di aver paura, ricordiamo che nell’attimo che pensiamo al presente..è già passato! mentre quello che dovrebbe essere il futuro è già presente, è nelle grandi disavventure, disgrazie che si ha modo di gioire quando le cose vanno poi per il verso desiderato, a chi va sempre bene, accade il contrario, auguro quindi tristi pensieri! buona serata cgdg sono le 02.12 d.o.

IL SOGNO…PREMONIZIONE?

nostradamus.jpg

 

sono le 12.35 del 25/03/2011

buon giorno, avevo già imbastito una parte questa mattina prima di dimenticare e inizio a sottoporvela!

questa notte per la seconda volta almeno ho avuto un sogno con la netta caratteristica di premonizione, era già avvenuto con le stesse modalità e fini, seppur diverso come immagini, circa un paio di anni fà
parlo al singolare in prima persona in quanto artefice del sogno
sono parte dell’universo, non come netta presenza fisica ma come entità, è una grande rete (intesa formata da maglie) che tiene unite tutte le forze in movimento, però da qualche tempo qualcuno o qualcosa stà cercando di praticarvi dei fori, delle lacerazioni, strappi, forse con l’intento di appropriarsi di una parte di questa energia, in molti tentiamo di opporci a queste divisioni ma siamo ormai di fronte ad una enorme lacerazione, dall’altra parte dello strappo ci aiuterebbero ben volentieri con delle loro diverse capacità ma mancando un collegamento, una maglia, non riusciamo ad unire le forze, tra l’altro anche loro avrebbero bisogno di noi
nel marasma del conflitto vengo spinto con alcuni altri a tentar di ricreare un legame e ci avviamo lungo le maglie lacere della rete, è come essere nel mezzo di un temporale, una tempesta, lampi, scoppi, fiamme, fumo, precipizi che si aprono all’improvviso sotto i nostri piedi, sono rimasto ormai quasi solo quando una fiamma mi raggiunge e invece di sopprimermi si unisce a me dandomi una mano a procedere e diventando un’altra entità chssà perchè ma ho l’impressione che non sia del mio genere, quasi come se io visto come maschio avessi incontrato una femmina, uniti le nostre forze diventano veramente potenti e sebbene a stento riusciamo a raggiongere l’opposta parte, anche questi sono diversi da noi, come dire umano-extraterrestre, hanno della tecnologia e delle capacità che possono aiutarci a ricucire lo strappo e riprendiamo così una lotta per il ricongiungimento, stranamente questa lotta avvicina sempre più me alla mia compagna finchè si arriva ad un unione (non parlo di rapporto sessuale ma di energie) da questa unione nascono quindi una nuova generazione di entità, molto più solida e forte della mia che mettendosi subito all’opera riesce man mano a ricucire e solidificare la rete
a questo punto il sogno svanisce e subentra una fase di dormiveglia – segue

per tirare alcune conclusioni si deve risalire a questo post: DINOSAURI, UCCELLI, PESCI, COSA E PERCHE’ ? del 08/01/2011
dopo la lettura del post consiglierei una visita a questo sito: http://www.ecplanet.com/node/2239
letto i cari argomenti? notate come già io prevedessi la presenza di frequenze? le consideravo in arrivo dall’universo ma a quanto pare ci potrebbe pure essere la mano dell’uomo, ed ecco quì che mi ritrovo considerare la presenza di forze che tentano di lacerare la rete, di sicuro ci vorrà molto tempo e se così è ci sarà una vera lotta, da quanto visto è molto probabile la scomparsa del genere umano, visto come è ora, e la nascita di una nuova generazione di esseri, forse mista, che riproporrà una nuova vita, devo dire che la cosa mi lascia indifferente, non sarà certo la mia presenza corporea, viva e utile al momento dell’avvento, una cosa però mi sconcerta, trovo una certa affinità con la narrazzione sulla nascita di adamo ed eva, di certo non mi chiamo adamo, buon proseguimento cgdg sono le 20.03 d.o.

MORTE PER ECCESSO….D’INFORMAZIONE

seminar patate.jpg

 

sono le 19.28 del 21/03/2011

buona sera, sembra strano il titolo! vero? eppure mi stò accorgendo che può essere così, a suo tempo l’nformazine viaggiava via terra, per questo molti imperi sono finiti nel nulla per eccesso di spansionismo, arrivavano i provvedimenti alle situazioni quando queste si erano ormai evolte, oggi nò! questo non sucede ma al contrario si è creata una sorta di mal informazione, non si distingue più la reale situazione, 1000 voci 10000 versioni un caos babelico che porta più danni che vantaggi, a questo punto anche vittime innocenti…………mmmmmmm….anche quì ci sarebbe da mettere un punto interrogativo, direi colpevoli, di non essersi informate a suo tempo e bene di quanto atava succedendo, direi che oggi come oggi anche l’ortolano ha smesso di badare al suo orto, per guardare cosa fanno gli altri nel proprio, domattina vado a seminare le patate, così ho deciso e gli altri facciano quel che credono! buona serata cgdg sono le 19.40 d.o.

A TUTTO C’ E’ UN LIMITE, MA NON UNA FINE

carpe diem.jpg

 

sono le 01.51 del 16/03/2011

buona sera, già cosa ne facciamo di questo passaggio in una definita vita? un bel niente! ma del resto non ci sono alternative l’unica cosa che può aiutarci è la nostra mente, stiamo percorrendo una strada che vorremmo liscia e in discesa ma se ci accorgiamo che è piatta e monotona subito cerchiamo qualche asperità, qualche buco per metterci il piede, e sapete una cosa? potrà sembrare stupido ma non lo è! alla fine del nostro percorso vitale, visto che l’energia non si estingue ma muta soltanto, questa…chiamiamola stupida E si dà subito da fare per ricomporre e reiniziare un altro ciclo vitale! sotto un certo aspetto anche la nostra mente potrebbe essere considerata una disgrazia, può renderci coscienti di ciò che non ci piace, per la maggior parte è muorire, sarebbe forse meglio essere nati vegetali? che so…un bel pino? che ne sappiamo noi del pino? avrà pure lui una sua forma di pensiero? noi ci illudiamo di essere gli unici ma di questo l’unica cosa certa, o almeno la definisco tale è che non abbiamo nessun valore, nessun peso se non nei nostri confronti, vedo che in questi giorni la natura, la terra, tenda a ricordarcelo, finirà di esistere l’uomo, l’energia nò, onestamente, guardando bene come stanno le cose, non me ne frega un bel nulla, come dicevano i latini? carpe diem! e io  aggiungo “e rendilo a te piecevole” buona notte cgdg sono le 02.15 d.o.

 

russare.jpg

IL CERVELLO – PARTE 3°

girino.jpg

 

sono le 00.29 del 15/03/2011

buona sera, alcuni graditi commenti mi hanno prtato quì, vogliamo aggiungere forse l’ultima riflessione?

come si è visto per una certa evoluzione dell’energia si è arrivati all’acqua che è alla base di tutte le forme che noi consideriamo “di vita”. siano esse vegetali che animali, il crvello in primis! ritengo che i vari accessori siano solo la conseguenza di una sua evoluzione, vedi il girino che si trasforma in rana, penso che in effetti l’essere umano sia prima arrivato allo stato di mollusco, poi pesce, vedi alcuni pescigatto in grado di muoversi a terra usando le pinne a mo’ di zampe e resistendo fuori dallacqua anche per ore, alcuni di essi si sono evoluti nelle diverse specie, fermo restando sempre la loro provenienza da uno stadio liquido, per noi: amniotico

ma torniamo a lui! essendo da essa formato, vive nell’energia universale, della stessa si nutre anche non rendendosene conto, alcuna di questa non prende forma per così dire materiale ma si evolve sotto forma di pensiero, abbiamo notato come luce e suono possono alterare alcune forme materiali, vedi il laser in grado di tagliare dei metalli, di essere usato per interventi di chirurgia, di come io possa con le mie mani ma ritengo più con il pensiero, a mettere in movimento il mio pendolino, una caratteristica però mi colpisce, la continua ricerca di se stesso, di un oltre che non esiste, di una superiorità a se medesimo, per questo motivo raggiunge tutte le massime posizioni possibili, definite: intelligenza, ignoranza, amore, odio, stupidità, astuzia, amore, crudeltà ecc. ecc. fanno parte del suo essere ed è per questo che le accetto, le tollero, riesco a capirle, in fondo in fondo le grandi scoperte non sono nulla di creato di generato, ma solo l’uso diverso dell’energia per dare un movimento diverso ad altra energia, il cervello non è altro che la lampadina di una pila che ogni tanto raggiunge qualche angolo buio e mette alla luce ciò che illumina, bello o brutto che sia, da come viene usato dipende solo dal nostro gusto e capacità, con questo particolare argomento avrei concluso, un bel niente però! poichè tutto rimane come prima e quel che è stato è stato anche se ancora da venire, buona notte cgdg sono le 01.01 d.o.

MATERIALISMO

cuocoDefault.jpg.gif

 

sono le 01.10 del 13/03/2011

buona sera e buona domenica! lasciamo un attimo da una parte le deduzioni e passiamo a cose più materiali, il pensiero nasce dalla mente, dal cervello! e questo ha pure lui come prima necessità, essere alimentato, a me piace alquanto cucinare ma specialmente cose caloriche, che diano subito grandi energie oltre che ottimi gusti, e cosa meglio dei dolci? in questi due giorni mi sono dedicato quasi esclusivamente a loro e quindi avevo altro a cui pensare!

IMG_0146.JPGdi nome taralle, solo uova farina e zucchero!

 

 

IMG_0147.JPG

questi invece sono biscotti, verranno poi utilizzati per formare delle ottime “pesche” così chiamate per l’aspetto che prenderanno!

 

 

da questo credo abbiate capito quali sono i miei alimenti preferiti, visto che tra non molto sarà ora di colazione, caffè-latte e panettone, l’ultimo rimasto, vi lascio con i nuovi auguri di una felice domenica, cgdg sono le 01.26 d.o.

IL CERVELLO – PARTE 2°

sono le 19.44 del 10/03/2011

tartaruga.jpg

 

buona sera, ho ricevuto un commento con una domanda, arriverò anche a quello, ma andiamo a tirare un po’ le fila, come nasce?

UNIVERSO, COSMO, TEMPO, SPAZIO ecc. –> movimento – vibrazioni – frequenze – radiazioni –> scontri incontri = atomi

ATOMI (solo 118 elementi classificati, gas, minerali, chimici) –> scontro incontro = molecole (es. H2O, acqua)

MOLECOLE (in particolare H2O) –> scontro incontro –> cellula, organismo unicellulare

prendiamo con semplicità quanto ho esposto, il movimento è continuo, ogni elemento cerca spazio e tende a creare un suo spazio, come nelle guerre dove ci sono combattimenti, dove il vincitore si appropria delle spoglie del vinto, lo assoggetta, quando non lo elimina, anche le nostre cellule hanno il medesimo comportamento, pare sia una carateristica universale, avevo raccontato come l’organismo unicellulare, vuoi per eccesso adiposo, vuoi per la stupida convinzine di riperpetuarsi, inizia a dividersi e moltiplicare, iniziano le prime schermaglie quando si urtano, finchè non avviene la decisione di unirsi (vedi alleanze strategiche) inizia così la nuova generazione pluricellulare, ad ogni combattimento il vincitore acquisisce esperienze e capacità dal vinto, sicchè le specie si dividono, mutano, teniamo presente che hanno però tutte la medesima radice di appartenenza, quindi nel caso di esseri viventi avremo degli embrioni

il nostro signorotto continua a combattere cerca sempre di prevalere e incamera spoglie degli avversari, si può ipotizzare un cervello primordiale, con l’andar del tempo si affatica e a un bel momento decide di servirsi dei vinti asservendoli al suo volere a sua volta questi saranno soggetti al mantenimento in vita del signorotto, a lui cosa serve? 1° uno degli elementi base ovvero ossigeno, 2° altro elemento base una molecola acqua, come trasportare in unica soluzione questi 2 elementi ed anche una certa nutrizione? ha notato che cibarsi di parte degli avversari lo rende più forte e longevo quindi miscelando il tutto genera un liquido che noi chiamiamo sangue, usa cellule assoggettate per fare una pompa, stà aumentando di dimensioni ed ecco un primordiale cuore, nel contempo mantiene la decisione di perpetuarsi e moltiplica le sue cellule, riesce a stabilirsi ormai un legame una certa coordinazione e con questa nuove necessità, serve molto ossigeno quindi si prendono dei vinti e li si obbliga ad un certo tipo di lavoro e nascono i polmoni, ogni specie lavora nel suo regno ma ormai le basi primordiali ci sono, forse potremmo parlare di molluschi, larve, c’è sempre la famosa bramosia di spazio e questa è la base di una cosidetta evoluzione, alcune si fermeranno allo stadio di pesce, altre giunte a terra necessiteranno di altri accessori, si formerà il regno animale, non esclusi gli insetti, ogniuno raggiungerà un suo limite e non sappiamo di certo quale sia visto che il tempo sulla nostra base non ha significato, si parla di milioni, miliardi di anni

con l’arrivo alle fasi strutturali sensorie, occhi, bocca, orecchie, antenne, naso o altro, secondo le difficoltà e le necessità incontrate, vi è stato il bisogno di coordinare alcune cose utilizzando tali mezzi al di là del solo funzionamento per il mantenimento in vita, è iniziata così la fase “conoscenza” pensiero, noi crediamo di essere i soli a pensare, non credo proprio e la memoria….dove la mettiamo? è intrinseca in ogni essere vivente! bah non voglio andare oltre per ora ci sarebbe da scrivere per anni!

concludendo quindi non sbagliavo nell’affermare che mentre si possono sostituire quasi tutte le parti di un corpo non è sostituibile un cervello. pare che da lui sia cresciuto tutto il resto, noterete che con il tempo ha pure avuto l’accortezza di proteggere la sua struttura molto delicata affidando ad altri il compito di erigere una corazza a sua difesa, la capoccia, chissà perchè ma mi vien da pensare a una tartaruga! mi stanno reclamando altrove, per ora vi lascio, una buona serata cgdg sono le 21.02 d.o. 

IL CERVELLO – PARTE 1°

cervello budino.jpg

 

sono le 20.01 del 06/03/2011

buona sera, inizio con questo capitolo l’eplorazione del cervello, sarà lunga e quindi ho pensato di stenderla in sezioni numerate

vediamo subito che cosa è materialmente, un ammasso di cellule gelatinose tenute in vita e alimentate da quella che in parole povere non è altro che acqua come origine, potrebbe verosimilmente assomigliare a un budino ed è protetto, contenuto in una scatola ossea detta cranica

il cervello è in pratica la sala comandi del corpo umano, abbiamo visto come riesce con impusi a controllare e dirigere tutti gli organi, ha pure trovato il tempo per il divertimento realizzando il non sempre perfetto “pensiero!” si può notare che con la moderna tecnologia è possibile sostituire praticamente ogni parte di un corpo umano, il cervello assolutamente nò! non si potrà mai sostituire il cervello ad un corpo umano, semmai se ci si arrivasse, si potrà solo cambiare il corpo umano ad un cervello! il che non è solo il contrario ma una cosa nettamente diversa!

raduno le idee e ci risentiamo, buona serata cgdg sono le 20.18 d.o.

sono le 23.47 d.o.

ops dimenticavo! quanto scritto a conclusione taglia la testa al toro per quanto riguarda il mantenimento in vita, si fa per dire, di un corpo dove ormai il cervello abbia cessato di funzionare, qualora si chiudessero gli interruttori lui non vi direbbe ne grazie ne prego in tutti i casi, preciserò in seguito quale dovrebbe essere il significato di vita! buona notte cgdg sono le 23.52 d.o.

E LE ORECCHIE? A CHE SERVONO?

orecchie.jpg

 

sono le 02.23 del 06/03/2011

quasi buon giorno! poco fa avevo parlato del naso e qualcuno ha rilevato che uno in particolare ha forse cambiato la storia!

ma passiamo alle orecchie! non tutti si rendo conto che alla fine reggono l’equilibrio del mondo! comeee? non sapete che all’interno dell’orecchio c’è un piccolo componente chiamato “labirinto”? come un suo malfunzionamento (labirintite) provochi vertigne, giramenti di testa! ecco una delle molteplici capacità dell’orecchio, come ho detto l’universo è fatto di frequenze, vibrazioni, ne è totalmente saturo, in alcune il nostro cervello le traduce come fonti luminose, altre come fonti sonore, ho già accennato a suo tempo ai vari suoni, oggi sentivo della musica e mi son detto: ma la musica alla fine è sempre un vantaggio? o può essere un pericolo? prendiamo una membrana e sottoponiamola a sollecitazioni, questa inizia a vibrare e a produrre un suono, attenzione però se eccediamo può rompersi, logorarsi, se non la utilizziamo si irrigidisce ed arriva a rompersi anche in questo caso, ci vuole moderazione! il viaggiare portandosi in giro quegli apparecchietti con le cuffie non fanno altro che supersollecitare i timpani, dicono sia rilassante o stimolante….non si tiene conto che, sempre con desinenza ante, può essere devastante

il nostro cervello è come un decoder, riceve “tutti” i segnali presenti e li traduce nelle varie sensazioni, vediamo le onde radio, prese così come viaggiano sarebbero paragonabili al ronzio emesso da un cavo ad altissima tensione, sono tutte uguali ma con costanti diverse, la medesima onda può essere captata e riprodotta come suono, ma anche come immagine, poi da questo si arriva a una melodia, a un colore, andiamo oltre! si arriva ad un apprendimento, un pettegolezzo, una modifica degli umori, un’influenza psicologica, una repulsione ecc..ecc..ecc..visto come anche le modestissime orecchie siano uno dei fili che reggono la vita? abbiatene cura e usatele con cautela! a rivederci cgdg sono le 02.58 d.o.

 

SE TI INSULTANO CHE FARE?

boxe.jpg

 

sono le 19.51 del 03/03/2011

buona sera, argomento interessante e vorrei esprimere un mio parere, non danneggerà certo nessuno!

pensiamo un attimo ad un incontro di pugilato, nelle prime riprese i due avversari si studiano cercando di capire se e dove c’è un punto debole nella difesa dell’altro, questo con lo scopo di colpire in quel punto costantemente fino ad abbatterlo

ora vediamo un’offesa, se reagiamo ci rendiamo subito scoperti perchè diamo valore a ciò che ha detto l’avversario, mettiamo che ci abbia dato dello stupido, se ci offendiamo diamo peso alla sua offesa rendendola verace, e lui continuerà ad insultare, più reagiamo e più lui sarà perseverante nel colpire, la cosa è stata da me personalmente, volutamente verificata, se invece non reagiamo e ci comportiamo come se nemmeno avesse aperto bocca, rimarrà perplesso, non capirà se il suo intento ha avuto effetto, magari ci proverà ancora un paio di volte ma alla fine desisterà e andrà a rivolgere il suo astio altrove, d’altronde, perchè insistere a fare buchi nell’acqua?

ritornando ai pugili, se chi è destinato a ricevere il colpo semplicemente si scansa otterrà un doppio risultato anzi triplo, 1 non sarà colpito, 2 risparmierà energie, 3 l’avversrio verrà sfiancato dai suoi stessi continui inutili sforzi nel colpire

mi pare che quanto ho detto sia sufficientemente chiaro, certo concordo a priori che non è sempre facile metterlo in atto, ma con un buon leggiero allenamento può diventare istintivo, pensateci e buona serata cgdg sono le 20.09 d.o.