IL MALE IL BENE

 

uomo vitruviano.jpg

sono le 03.28 del 30/09/2010

buon giorno, vediamo di non chiarire ma di cercare di capire il significato di questi 2 nomi.

a livello pratico tra i due non esiste confine, possono essere anche una unica cosa, vediamo, 1000 persone fanno del cosidetto male, 100 di queste fanno più male delle altre, possiamo dire che 900 fanno del bene e 100 fanno del male? tecnicamente sarebbe questo il risultato, come mai? adesso vi faccio un altro esempio, se a valutare è una persona che dice e crede di far del bene per questa persona possono essere tutte le altre a far del male! come la mettiamo? visto che non esiste un limite, un confine esatto? si è tentato di crearlo istituendo delle leggi, ma come giudicare se sono giuste o sbagliate? come ho detto più volte, è necessario valutare tutte le situazioni a livello sferico ed ecco che ci troviamo a dover dire: ma mi posso fermare su un punto della sfera? sono sopra, sotto, a destra, a sinistra, insomma qualsiasi punto della sfera può prendere una di queste definizioni, spero di essermi spiegato al riguardo.

passiamo ora a sfatare il detto che il bene prevale sempre sul male, come ho detto sopra, non essendoci limiti, sarebbe inutile parlarne, ma! vediamo, in natura si nota che per la perpetuazione, anche negli animali, durante il periodo dell’accoppiamento la femmina opera una scelta del compagno, di solito cerca il più forte, il migliore, il dominante, DOMINANTE! quello che riesce a sopraffare gli altri, a sottometerli! e questo modus operandi da noi verrebbe interpretato come schiavizzare, uccidere, sterminare, cosa fà dunque la femmina? porta avanti una generazione atta a far del male, che a sua volta produrrà una nuova generazione atta a far ancora più male, come si può così dire che il bene tende a prevalere sul male? come ho appena spiegato sembrerebbe il contrario! ho parlato di animali, non dimentichiamo che l’uomo fà pure lui parte di questo regno! solo che ha mezzi più sofisticati, l’ingegno, la cosidetta intelligenza e per questo motivo la sua pericolosità e nocività e molto superiore….un vero campione del male! bah! le cose stanno così, l’unica soluzione per starne fuori è cambiare lato sulla sfera! buona giornata, cgdg sono le 03.59 d.o.

ANCORA DI SALVEZZA

bufala porco.jpg

 

sono le 00.38 del 26/09/2010

buona sera, avrete notato che stò attraversando un periodo di assenza da blog, colpa di un continuo bombardamento mediatico di vrità, menzogne e altro ancora, un attimo senti una notizia che ti pare vera e subito dopo arriva una smentita, insomma ti stanno facendo un vero e proprio lavaggio del cervello, sarebbe meglio dire, una centrifugazione, la cosa potrebbe essere molto pericolosa, è quasi come trovarsi in mezzo ai marosi senza sapere nuotare, dove approdare, qual’è il rischio? che ti venga porta un’ancora di salvezza! sì di salvezza, a cui ti aggrappi e ti leghi accorgendoti poi troppo tardi che, essendo un’ancora, ti trascinerà ancor più velocemente a fondo, è triste e dura ma l’unica soluzione rimane il coraggio e volontà di restare a galla, fare come gli animali! muoversi e imparare a nuotare, senza questo si finisce a fondo, la salvezza stà in noi stessi non in falsi salvagenti o ancore! nuotate! buona serata cgdg

VOLTIAMO PAGINA

mutante.jpg

 

sono le 23.25 del 21/09/2010

buona sera, leggo molto spesso di nuovi esperimenti sulla genetica, ricordo i romanzi e i film di fantascienza letti e visti, credo proprio che stiamo tentando di voltare una pagina, girare un angolo, in fatto di evoluzione, prevedo già che come sempre ci saranno i primi, molti errori, si cercherà come al solito di tenere nascosta l’informazione ma alla fine, quando sarà ormai tardi, questa diventerà di dominio pubblico, parlo di cosidetti mutanti, diversi, che inizialmente verranno soppressi, ma è inevitabile come del resto già accaduto che la cosa sfugga poi di mano, come al solito i primi elementi verranno preparati come soldati, guerrieri, è sempre stato così, la guerra è quella che induce a nuove scoperte, una volta sfuggita di mano, essendo questi esseri tecnologicamente più avanzati, tenderanno a prendere il potere e allora saremo noi i diversi, gli avversari da eliminare, ho parlato di errori perchè? semplicemente per il chiaro motivoche ancor oggi non si è in grado di sapere “esattamente” quale sarà il pensiero principale di un nascituro, lo possiamo osservare nei parti gemellari, nei fratelli, il carattere di ogniuno di loro non è mai come quello dell’altro, e dato che il male genera male facile intuirne la conclusione, guardiamo la storia, cosa hanno generato le nostre conquiste, le scoperte di nuove terre, nuove popolazioni? semplice! la la totale o quasi completa estinzione di tali popoli, triste vero? ma purtroppo qualcuno ha scritto di ciò, ha già visto inconsciamente quello che accadrà come ho sempre detto, ci sarà dolore, orrore e morte, fortunatamente io non ci sarò! buona notte cgdg sono le 23.37 d.o.

LA MACCHIA

nuvoletta.jpg

sono le 02.26 del 20/09/2010

buon giorno, mi son svegliato in questo momento, di buon umore, ed ho cominciato a pensare a come sarà la mia giornata, inizia come al solito come una pagina bianca su cui verranno poste delle scritte, delle frasi, magari pure una macchia, che inportanza potrebe avere la mchhia? quando si vuol assaporare meglio qualche cosa di dolce, consigliano di mettere un pizzico di sale e viceversa, quindi perchè dovrebbe stonare una macchia….nera su un foglio bianco o una macchia bianca su un foglio nero? si noterebbe solo il risalto della differenza di colore e potrebbe pure essere una bella macchia, che so…a forma di cuore, a forma di sorriso, sì credo proprio che l’importanza sia di vedere in quella macchia ciò che si preferisce e ci piace, sì! sarebbe veramente una bella macchia! pensate anche, a un cielo azzurro con una piccola nuvoletta, non avete mai cercato di trovare un aspetto, una forma, in quella nuvola? be! datele sempre la forma che preferite, buona giornata cgdg

DISTRAZIONE FATALE

adamo ed eva.JPG

 

sono le 01.19 del 17/09/2010

seeh buona notte! devo aver ricevuto da poco il pensiero ancora vagante nell’universo di un certo adamo: ma guarda un po’ cosa ho combinato quando mi son lasciato fregare la costola! è spuntata eva, son finito fuori dall’eden, nella M., mi son nati i figli, di cui uno subito assassino, e ora? una progenie di ladri, delinquenti, truffatori, bugiardi, ecc. ecc.! cavolo! non potevo stare più attento? caspita! il momento è fuggito, ma il pensiero è rimasto! pazienza, buona notte e non vi crucciate se oggi va male, è facile che domani vada peggio! cgdg sono le 01.29 d.o.

DALLA PREISTORIA AD OGGI, COSA E’ CAMBIATO?

evoluzione ominidi.jpg

 

sono le 20.45 del 11/09/2010

buona sera, vediamo! mi par di ricordare che i primi ominidi fossero prettamente dei vegetariani, tuberi, radici, bacche ed altro ancora, poi forse presi dall’emulazione con il mondo animale, invece di nascondersi iniziarono a difendersi, uccidendo e costruendo le prime armi, quindi impararono a cibarsi delle vittime fatte durante la lotta, ebbe inizio la caccia, non si uccideva più per difendersi ma per cibarsi, ecco l’uomo diventato carnivoro, anzi! onnivoro, l’uomo notò anche che era più comodo sottrarre la preda a un suo simile anzichè procurarsela con la caccia, la preda poteva essere pericolosa, cosa comporto questo modo di agire? una nuova situazione, nasceva una lotta tra uomo e uomo, uno per predare e l’altro per difendersi, e quì ebbero inizio i primi omicidi, non è finita! 2 uomini potevano difendersi meglio da 1 predatore, a sua volta 3 predatori potevano aver la meglio su 2 vittime! ebbero inizio le prime alleanze, le prime lotte tra famiglie, diventate in seguito tribù, da notare che tutto questo avveniva al solo scopo di derubare il prossimo, se si guarda la storia, non c’è secolo senza grandi lotte, guerre e uccisioni, siamo arrivati al, diciamo senza contare i precedenti, XXI secolo, cosa è cambiato? ben poco! si continua ad uccidere per il medesimo motivo di fondo, anche se a volte si maschera il nome, lotta per portare la pace, guerra per la democrazia, guerra di religione ecc..la differenza sostanziale stà nel fatto che si sono affinati i metodi d’uccisione, quella di massa, quella di attentato, e molti altri metodi, non sono da tralasciare quelli della cosidetta medicina, quì ci si illude che serva per curare, ih..ih..ih.. se vado bene a guardare noto che: per 1 solo effetto curativo, ci sono almeno una decina di effetti collaterali! e questo sarebbe curare? forse stavano decisamente meglio i primi ominidi vegetariani! buona sera da cgdg sono le 21.11 d.o.

RIPARARE?

 

vaso rotto.jpg

sono le 02.02 del 10/09/2010

buona sera, nella vita capita quasi quotidinamente che qualche cosa si rompa, in questi tempi è diventata cosuetudine buttare il quanto, io di solito, visto che la cosa non mi comporta spese se non di tempo, tento una riparazione, nella gran partedei casi però non è possibile ed allora con i vari cocci cerco loro una funzione alternativa.

quando si hanno dei figli bisogna prestar loro grande attenzione, educarli, insegnar loro a vivere e seguirli nel loro cammino, fino a quando? beh questa è una decisione a cui solo il tempo e i fatti possono dare una risposta, di solito almeno finchè questi non escono dal nido, creano una loro vita, una loro famiglia, a questo punto necessita una rottura una non ingerenza nella loro vita, almeno, questo è il mio parere.

oggi è accaduto questo, ho avuto la rottura con mia figlia, sono seccato ma non dispiaciuto, è come un vaso rotto, sarà stupido tentare una riparazione, per quanto ben fatta il vaso, come tale non potrà essere lo stesso e quindi non servire alle sue funzioni, che fare? ho deciso di mettere tutto in una scatola ben chiusa e sigillata, per non ferirmi con i cocci, magari un domani mi verrà l’idea di usarli per un mosaico o altro, per ora sono cocci inutili che è meglio stiano fuori mano

domani è un altro giorno e quindi un’altra vita, buon risveglio cgdg sono le 02.26 d.o.

 

COSA COMPORTA L’AVARIZIA

cavernicola.jpg

 

sono le 23.02 del 04/09/2010

buona sera, bighellonando quà e là ho trovato la spiegazione storica del motivo per cui così è l’attuale situazione dell’uomo e mi son permesso di portarla a vostra conoscenza!

Adamo ciondolava su un ramo d´albero nel giardino dell´Eden e si sentiva molto solo.Allora Dio gli chiese “Che cos´è che non va?”Rispose Adamo: “Non ho nessuno con cui parlare”Allora Dio disse che intendeva creare una donna, che sarebbe stata la sua compagna.”Essa non dirà mai di avere mal di testa e ti concederà amore e passione ogni qual volta glielo chiederai.”E aggiunse: “Questa bella donna metterà insieme il cibo per te e te lo cucinerà, e quando scoprirai i vestiti, lei imparerà a lavarteli.””Ella sarà d´accordo con te su ogni tua decisione che tu voglia prendere, non ti scoccerà mai e sarà sempre la prima ad ammettere che ha sbagliato quando tu non sarai d´accordo con lei.””Ti loderà ed alleverà i bambini; non ti chiederà di alzarti di notte per prenderti cura di loro.”Allora Adamo chiese a Dio: “Ma quanto mi costa una donna siffatta?”Dio rispose: “Un braccio ed una gamba”. Adamo restò pensieroso per un momento poi chiese: “Che cosa posso avere per una costola?”Il resto……… è storia
buona domenica cgdg sono le 23.07 d.o.

RISCONTRI

sono le 21.15 del 03.09.2010

buona sera, non sono solito usare articoli altrui magari passandoli per pensieri miei, ma mi allieta, questo devo ammetterlo, quando fonti autorevoli dopo aver usato la mente in modo opportuno, arrivano a delle valutazioni da me già presentate o molto simili, leggete questo articolo incontrato casualmente,

Nell’ultimo libro l’astrofisico Hawking cambia idea rispetto alle sue teorie di 22 anni fa ed elimina il «Creatore»

PIERO BIANUCCI
TORINO

Non c’è bisogno di un Dio creatore dell’universo. Basta un sussulto della forza di gravità a generare tutto ciò che osserviamo. Lo dice Stephen Hawking, il più famoso degli astrofisici, già titolare della cattedra che fu di Newton. E’ la tesi del suo ultimo libro, The grand design, il grandioso progetto, in uscita il 9 settembre.

Un’opinione che non farebbe tanto scalpore se non contraddicesse ciò che Hawking sostenne 22 anni fa in un altro libro divulgativo, Breve storia del tempo, e soprattutto se non fossimo alla vigilia di una visita di papa Benedetto XVI nel Regno Unito. Da mezzo secolo paralizzato su una carrozzina, costretto a comunicare per mezzo di un sintetizzatore vocale, protagonista dei rotocalchi quando nel 1995 lasciò la moglie madre di tre suoi figli per «fuggire» con l’infermiera Elaine Mason che lo assisteva, Hawking riflette da tempo non solo sulle leggi che regolano l’universo ma anche sulla possibilità (o necessità?) che all’origine di tutto l’esistente ci sia un Dio.

In ciò segue le orme di Einstein, che nella seconda metà della sua vita andò alla vana ricerca di una teoria capace di spiegare ogni aspetto dell’universo e almeno un paio di volte fece riferimento a Dio: prima per mettere in crisi la meccanica quantistica e il suo intrinseco probabilismo («Dio non gioca a dadi»), poi per domandarsi «quanto fu ampia la libertà di scelta di Dio nella costruzione dell’universo», interrogativo in sé provocatoriamente contraddittorio: un Dio condizionato da leggi fisiche sarebbe un dio dimezzato.

Nel 1998, in sette lezioni sul futuro della scienza tenute a Cambridge, Hawking espose quella che all’epoca sembrava la migliore approssimazione di una «Teoria del Tutto». Nelle battute finali riformulava a modo suo la domanda di Einstein: «La teoria unificata ha una forza tale da determinare la sua propria esistenza? O ha invece bisogno di un creatore?». Trascorsi dodici anni, quello che allora era un dubbio è diventato certezza: la Teoria del Tutto c’è, ed è autosufficiente, dunque Dio non serve.

Per la fisica classica l’universo era infinito ed eterno. Due prerogative di Dio. Già questo era un problema, e come tale lo avvertì proprio Newton, che dedicò alla teologia, non alla fisica, la maggior parte dei suoi studi. Verso il 1930 l’astronomo Edwin Hubble scoprì che l’universo si espande come se tutto fosse partito da una primordiale esplosione di energia che ha poi generato le stelle e le galassie in fuga. Dunque l’universo ha un inizio, non è sempre esistito. E’ la teoria del Big Bang, che in qualche modo fu anticipata da un religioso belga, padre George Lemaitre, parlando dell’esplosione di un «atomo primordiale».

Un po’ per questa matrice religiosa, un po’ perché il Big Bang sembrava una forma di «creazione» conciliabile con il racconto della Bibbia, negli Anni 50 la Chiesa cattolica, tramite papa Pacelli, si espresse a favore di questa teoria. Il Big Bang, in fondo, non escludeva che un Dio creatore avesse, per così dire, acceso la miccia. Semmai era più difficile spiegare l’universo eterno e infinito di Newton.

Nel 1964 il Big Bang ebbe una prova sperimentale decisiva con la scoperta della radiazione cosmica «fossile», cioè il calore residuo lasciato dall’esplosione originaria. Nei decenni successivi teorie fisiche più generali sono riuscite a spiegare in modo quasi completo il mondo subatomico e l’universo nel suo insieme. Oggi la migliore offerta degli scienziati è la M-Teoria, che comprende in sé la teoria della supergravità e quella delle stringhe. Hawking, dopo iniziali perplessità, ha sposato la M-Teoria. Torna dunque il problema: necessità o superfluità di Dio? Se, come suggerisce Hawking, la teoria è autosufficiente, di un creatore non c’è più bisogno.

Quando Laplace presentò il suo Trattato di meccanica celeste a Napoleone Bonaparte, l’imperatore osservò: «Signor Laplace, mi hanno detto che in quest’opera sull’Universo il Creatore non è citato neppure una volta». «Sire, non ho bisogno di questa ipotesi», fu la risposta di Laplace. Entrambi erano di parola pronta. «È una bella ipotesi, che spiega molte cose», ribatté Napoleone. E Laplace: «Certo, spiega tutto. Ma non permette di predire niente».

a me onestamente il futuro non interessa, dato che è solo un tempo laterale che stà passando anzi è già passato, buon fine settimana cgdg